ArvaliaToday

Corviale: il Municipio si compatta in difesa dell'Acli e della “Piscina Arvalia”

Votata all'unanimità la richiesta di mantenere il canone calmierato alla piscina di Corviale. Per il rinnovo della concessione il Dipartimento sport aveva chiesto ai gestori una cifra esorbitante

La cifra che il Dipartimento sport suggeriva di chiedere per la nuova concessione della Piscina Arvalia non è stata ritenuta congrua. Troppo alta, rispetto al valore del vecchio canone. Per contestare questa decisione, è sceso in campo il Municipio XI. Per una volta, in maniera compatta.

LEGGI QUI LA STORIA

UN SERVIZIO PER LE FAMIGLIE - "Il Consiglio municipale ha approvato la nostra mozione per la salvaguardia dell'attività sportiva e sociale della piscina Arvalia di Corviale – fanno sapere attraverso una nota i consiglieri democratici Maurizio Veloccia, Gianluca Lanzi, Giulia Fainella e Angelo Vastola – il 13 marzo 2017 il Dipartimento Sport e Qualità della vita ha comunicato all’Unione Sportiva Acli Provinciale Roma, gestore dell’impianto, l'applicazione dell’indennità di occupazione che, di fatto, è un aumento del 1000% dell'attuale canone mensile. Questo – hanno sottolineato i consiglieri dem – comporterà la chiusura e va a colpire coloro che attraverso lo sport forniscono un’alternativa al degrado e al disagio sociale, colpendo al tempo stesso le tante famiglie del quartiere che grazie alle tariffe comunali calmierate hanno potuto in questi anni far praticare sport ai loro figli. Con questo atto – viene infine chiarito – abbiamo impegnato la Giunta del Municipio ad attivarsi nei confronti di Roma Capitale affinché nell'attesa della stipula della nuova concessione, venga mantenuto il canone attuale", concludono i consiglieri democratici”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL CANONE CALMIERATO - L’atto è passato con i voti anche della maggioranza a cinque stelle. “La piscina di Corviale è una di quelle realtà presenti nel territorio che merita attenzione ed un attenta valutazione – premette il consigliere penstatellato Gianluca Martone – Oggi in aula abbiamo votato favorevolmente alla mozione che chiedeva di mantenere il canone dell'impianto sportivo calmierato. Tuttavia abbiamo presentato degli emendamenti per far si che nella scrittura del nuovo regolamento degli impianti sportivi da parte di Roma Capitale venga presa in considerazione la situazione di quegli impianti che svolgono un servizio sociale in zone difficili e per queste realtà dovrà essere mantenuto un canone calmierato. Non tutto il patrimonio va valutato con mere tabelle commerciali. Abbiamo poi richiesto di aprire un tavolo di confronto tra i gestori della piscina e Roma Capitale per poter valutare le opere di miglioria fatte nell’ impianto nel corso degli anni. Questa maggioranza – conclude Martone - ha a cuore Corviale tanto da inserirlo nel bando per le periferie grazie al quale arriveranno milioni di euro per la riqualificazione è sempre a Corviale verranno svolte quest'estate diverse attività culturali”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

Torna su
RomaToday è in caricamento