ArvaliaToday

Corviale, ripristinati i 50 contatori bruciati: corrente tornata in tutti gli alloggi

Decine di famiglie per una giornata hanno dovuto rinunciare all'energia elettrica. Il tempestivo intervento dei tecnici Ater e Areti ha permesso di riportare la situazione alla normalità

Il nuovo quadro elettrico

Gli ascensori hanno ripreso a funzionare. Ed anche gli alloggi di largo Cesare Reduzzi sono tornati a fruire dell'energia elettrica. Il problema generato dai 50 contatori andati in fiamme è stato prontamente risolto.

Il ritorno alla normalità

La sinergia messa in campo da Areti e da ATER ha permesso di riportare ad una condizione di normalità la vita di centinaia d'inquilini del Serpentone. L'incidente, di cui si sta verificando se è di origine dolosa, ha riportato l'attenzione sulle condizioni di sicurezza nel palazzo di Corviale.

La preoccupazione di ATER

"Siamo molto preoccupati per quanto accaduto e stiamo lavorando con tutti i mezzi per risolvere l’emergenza – aveva dichiarato a poche ore dall'incendio Andrea Napoletano, Direttore generale di ATER Roma  .  Non sappiamo ancora se si tratti di un evento doloso o provocato da allacci abusivi, ma siamo in costante contatto con i Carabinieri che stanno svolgendo le indagini. ATER intensificherà i controlli su abusivismo e furti di energia per scongiurare situazioni di pericolo per l’incolumità degli inquilini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta di sicurezza

La garanzia di maggiori controlli, nel quartiere, è stata avanzata anche dall'associazione Corviale Domani. "Non c'è rigenerazione senza sicurezza" ha ribadito nella giornata di martedì 15 ottobre Pino Galeota, presidente dell'associazione, che è tornato a chiedere il presidio della Polizia di Stato più volte promesso in via Mazzacurati. In attesa di scoprire quali siano le cause dei 50 contatori bruciati, gli inquilini del Serpentone possono mettere da parte torce e candele: con il nuovo quadro elettrico, la corrente è garantita.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Sciopero a Roma: venerdì 29 maggio metro, bus e tram a rischio. Gli orari

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

Torna su
RomaToday è in caricamento