ArvaliaToday

Serve un'assessore, passate parola. Nel Municipio XI si cerca la sostituta della Loi

Si mobilita il Meet Up Arvalia. Deve essere donna, per rispettare le quote rosa

Nella foto la prima Giunta Torelli

Il Movimento Cinque Stelle del Municipio XI, per selezionare la propria classe dirigente, si affida al "passaparola". Non è una novità assoluta, poichè la modalità è stata già esperita in altri Enti di prossimità capitolini a trazione pentastellata.

Il passaparola del Meet Up

L'originalità della ricerca, consiste nei parametri che sono stati impostati ma anche nel canale utilizzato, un Meet Up. "Dopo le dimissioni di Marina Loi – si legge sul Meet Up di Arvalia - stiamo cercando assessore alla Scuola, Cultura, Sport. Se conoscete persone che ritenete relative al campo (soprattutto scuola) divulgate la notizia e invitate chi è interessato a inviare il proprio curriculum. Un passaparola in piena regola che però ha una scadenza. Il curriculum, va inviato all'indirizzo di presidenza del Municipio XI "preferibilmente entro il 25 agosto".

Le quote rosa ed il precedente del Municipio VII

La postilla, è degna di nota. "Deve essere per forza donna per rispettare le 'quote rosa' stabilite per legge". Una condizione che, messa così,  sembra quasi portare ad una discriminazione.  E tuttavia il fatto che sia tale "per legge" non è del tutto corretto. L'articolo 25 comma 3 dello Statuto di Roma Capitale prevede infatti che "fra i nominati è garantita la presenza, di norma in pari numero, di entrambe i sessi, motivando le scelte difformemente operate con specifico riferimento al principio di pari opportunità". Cosa che, per restare nell'ambito dei Municipi guidati dal M5s, è stata fatta. Nel VII, il più popoloso di tutti, la quota rosa non è rispettata. Ma la presidente Lozzi, con una specifica ordinanza (n. 1 del 1/7/2016) ha chiarito che "in ragione delle peculiari competenze richieste" per la composizione della sua squadra di governo "non è possibile garantire la presenza paritaria nella Giunta di entrambi i sessi". Dunque , poichè il precedente esiste e la legge lo prevede, non c'è la necessità "per forza" di cercare un assessore di genere femminile.

La ricerca attraverso facebook

Per quanto riguarda il canale attraverso cui la ricerca del neo assessore è stata impostata, si è in presenza di una novità. Tale si configura il ricorso al passaparola del Meet Up. Anche se si tratta di una novità, non è la modalità più originale di cui si è recentemente avuto esperienza. La palma in tal senso resta saldamente in mano al Municipio IX dove, per aiutare il presidente D'Innocenti nella composizione dalla sua squadra, un attivista aveva deciso di pubblicare la ricerca direttamente su facebook. Una decisione però sconfessata dallo stesso presidente, che parlò di un'autonoma iniziativa dell'attivista, "una cosa da noi non richiesta". Motivo per cui, il post con cui si era lanciata la ricerca, venne successivamente rimosso dal suo stesso autore.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

Torna su
RomaToday è in caricamento