ArvaliaToday

Niente domande dirette agli uffici, "hai cambiato casacca": il Municipio XI dice addio alla casa di vetro

Redarguito l'ex consigliere pentastellato che voleva trasparenza

La scelta di lasciare il Movimento 5 stelle continua ad essere pagata a caro prezzo. E così dopo le minacce e gli insulti Mirko Marsella, oggi consigliere del Gruppo Misto ed attivista di Liberi e Uguali, è stato suo malgrado protagonista di un altro brutto episodio. Questa volta però, a fargli pesare "il cambio di casacca", non è stato un elettore rancoroso, bensì il numero due della Giunta Torelli.

L'affidamento diretto nella manutenzione stradale

"Io sono presidente della Commissione Lavori Pubblici e pertanto, recentemente, ho cercato di fare chiarezza sulla manutenzione stradale che era stata eseguita attraverso un affidamento diretto" racconta a Romatoday l'ex consigliere penstastellato. Una procedura regolare poichè di importo inferiore ai 40mila euro. Il tentativo di approfondire la questione, ha però suscitato una reazione inattesa.

L'email del vicepresidente del Municipio

Il 5 marzo il vicepresidente del Municipio, Luca Mellina, è intervenuto nello scambio di email intercorso tra il consigliere Marsella ed il direttore dell'ufficio tecnico municipale.  L'ex pentastellato "anche se giovane ed inesperto" è stato pesantemente redarguito dall'assessore Mellina.  E questo perchè "Marsella dovrebbe sarepere che, nella sua qualità di consigliere d'opposizione, non può continuare a comportarsi come prima del 'cambio di casacca' e cioè da esponente della maggioranza, interrogando direttamente gli Uffici ed anche i Dirigenti apicali".

Consiglieri di maggioranza ed opposizione

L'email  del vicepresidente del Municipio, cui Romatoday ha cercato di chiedere spiegazioni, si conclude con un invito all'ex pentatellato. In quanto tale,è "pregato vivamente di presentare interrogazioni scritte e/o orali come tutti gli altri consiglieri di opposizione". In tal modo viene ribadita una discriminazione che, in termini di regolamento, non sembra trovare un reale fondamento. 

La necessaria trasparenza

Lo scambio di email, è stato reso pubblico nel corso della seduta consiliare svoltasi martedì 13 marzo. "Quello che è successo è di una gravità inaudita - ha commentato Marco Palma, vicepresidente del Consiglio municipale - basta leggersi il regolamento per verificare che ai consiglieri spetta il compito di acquisire informazioni ed atti". Il parlamentino municipale è infatti l'organo deputato ad assolvere la funzione di indirizzo e controllo dell'Ente di prossimità. "Vale la pena approfondire la questione - ha suggerito il consigliere Palma - pertanto proporrò di convocare  l'assessore Mellina ad una seduta della commissione controllo e garanzia". Un appuntamento utile per chiarire in quali forme, nel Municipio XI, s'intenda perseguire l'anelata trasparenza.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

Torna su
RomaToday è in caricamento