ArvaliaToday

Il Papa a Corviale: il 15 aprile Bergoglio visita la parrocchia del "Serpentone"

Le aspettative legate all'arrivo del Papa

Non sarà una messa come le altre, quella che sarà celebrata domenica 15 aprile nella parrocchia San Paolo della Croce. A officiare la funzione religiosa, sarà infatti Papa Francesco. La notizia è ufficiale ed è stata annunciata come "un grande dono" per il territorio di Corviale.

L'incontro con il territorio

Il programma ancora non è stato formalizzato e bisognerà pazientare ancora alcui giorni. Il Parroco Don Roberto Cassano ha dichiarato ad Acistampa il desiderio di far incontrare al Papa "le realtà più significative della nostra parrocchia" a partire dai poveri che, la chiesa di via Poggio Verde, già  sostiene economicamente. La parrocchia rappresenta infatti un importante punto d'aggregazione nel territorio del Serpentone. Il quartiere è da anni in attesa d'un rilancio che, inevitabilmente, passa anche appuntamenti come quello in agenda.

Disagi e voglia di riscatto

La visita del Papa, accolta con soddisfazione dai referenti istituzionali del Municipio, viene letta anche come un'importante occasione per Corviale. Per il Consigliere penstastellato Gianluca Martone, l'arrivo del Pontefice rappresenta "l'occasione per mettere a fuoco il disagio delle periferie ma anche per dimostrare quanto si sia fatto nel corso degli anni in questi luoghi, sottraendoli al degrado e dando nuove prospettive grazie a tutte quelle realtà che, come il Mitreo o il Calcio Sociale, ogni giorno cercano di cambiare le cose". Qualcuno, pur scherzando, vorrebbe utilizzare la visita del Papa per risolvere questioni che riguardano tutto il territorio  "Vorrei portarlo sulle spalle come il Marchese del Grillo. in modo da fargli scoprire tutte le buche che si sono aperte nelle nostre strade - ironizza il vicepresidente del Consiglio municipale Marco Palma - Forse è l'unico modo per farcele riparare".

L'attenzione alle periferie

La presenza di Papa Francesco nel cosiddetto "Serpentone", sta ingenerando importanti aspettative. "Francesco è un papa 'rivoluzionario, da sempre attento alla questione  delle periferie – ha sottolineato il consigliere di centrosinistra Claudio Barocci (RomatornaRoma) – speriamo sia un modo per mettere in luce le tante problematiche di un quartiere difficile ma che ha nei tanti giovani e nelle tante famiglie famiglie e associazioni che li operano, voglia di riscatto".  Non è la prima volta che il Papa visita una parrocchia del Municipio XI. "Nel 2014 a beneficiarne fu una chiesa della Magliana - ha fatto notare il capogruppo di Fratelli d'Italia Valerio Garipoli - Speriamo solo che l'amministrazione si faccia trovare preparata". Anche perchè la comunità che popola il Serpentone, a giudicare dai commenti diffusi anche sui social network, sembra già esserlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

Torna su
RomaToday è in caricamento