ArvaliaToday

Ponte dei Congressi: dal Parlamento arrivano segnali positivi sulla proroga

La richiesta del Municipio è stata accolta. La strada per ottenere la proroga sui tempi di cantierizzazione dell'agognato Ponte dei Congressi, è in discesa: inserito un emendamento nel decreto "Mille Proroghe"

E' stata ascoltata la richiesta del Municipio. Dal Parlamentino di via Mazzacurati a quello nazionale, la necessità di semplificare l'iter per realizzare il “Ponte dei Congressi”, sembra acquisita in agenda. E' stato infatti inserito un emendamento che potrebbe consentire di non perdere le risorse stanziate con lo “Sblocca Italia”.

LA RICHIESTA - Il Consiglio Municipale la scorsa settimana, all'unanimità, aveva evidenziato la necessità di prorogare il termine previsto per il 31 agosto 2015, per la cantierizzazione di un'opera particolarmente complessa.  L'istanza è stata recepita, con “grande soddisfazione del  Partito Democratico della Magliana – scrive la segretaria del Circolo Daniela Gentili insieme ai Consiglieri Fabio Fadda e Rossella Coltorti -  che da sempre ha fatto di quest’opera fondamentale una priorità strategica per il quadrante”.

IL MILLE PROROGHE - “La scorsa notte, durante la maratona delle Commissioni per chiudere l'esame del decreto da votare alla Camera 'Mille Proroghe', sul quale il Governo ha già dichiarato di porre la fiducia – hanno ricordato i tre – è passato l’emendamento per l’indispensabile proroga di 4 mesi per il Ponte dei Congressi, che diversamente correva il rischio di veder sfumare il tanto sospirato finanziamento. In pratica l’appaltabilità dell’opera viene fissata entro il mese di agosto e la cantierabilità a dicembre”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL RUOLO DEL COMUNE - In sostanza, il termine è stato fatto slittare di quattro mesi. E questo consentirà di non perdere quasi 150 milioni di euro. “Ora la palla passa all'Amministrazione Capitolina che, con celerità – sottolineano Gentili, Fadda e Coltorti - potrà mettere in atto tutte le procedure utili a rispettare l’appuntamento imposto dal Governo Renzi e dotare Roma di un’opera infrastrutturale fondamentale per la viabilità del quadrante ed il rilancio della Capitale”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

Torna su
RomaToday è in caricamento