ArvaliaToday

Municipio XI, Torelli al giro di boa: intervista di metà mandato al presidente grillino

Il presidente del Municipio XI "al giro di boa". Torelli (M5s) racconta la prima metà del suo quinquennale mandato: gli obiettivi realizzati e quelli sui quali si sta lavorando

In campagna elettorale è stato l'unico candidato presidente, del M5s, a non voler rilasciare interviste. Oggi Mario Torelli è invece un presidente loquace, interessato a far conoscere il lavoro fatto dalla sua amministrazione. Anche perchè, come in altri 12 municipi di Roma Capitale, si è arrivati al fatidico giro di boa. Sono infatti già trascorsi due anni e mezzo sui cinque previsti dall'attuale mandato. Tempo di bilanci quindi a cui il minisindaco non si sottrae.

Presidente, quali sono stati i primi interventi messi in campo, da quando siete arrivati alla guida del Municipio?

La prima cosa che abbiamo dovuto gestire è stata l'organizzazione dell'ufficio tecnico. Il nostro municipio è molto vasto e l'ufficio tecnico, nelle sue varie articolazioni, ha il compito di analizzare problematiche che vanno dalle alberature alla viabilità. Per questo ci siamo concentrati sulla composizione del suo organico che è stato rinsaldato con l'arrivo di cinquanta persone, tra le quali ci sono anche 10 professionisti, vale a dire architetti ed ingegneri. Quando sono arrivato avevamo anche un direttore ad interim che passava in Municipio 2 volte la settimana. Ora invece abbiamo una squadra in grado di gestire le complessità del territorio.

Avete rinforzato il personale, però non ce n'è a sufficienza per riaprire l'anagrafico del Trullo.

Noi avevamo 5 sportelli anagrafici nel territorio tra cui quello presente al Trullo. Resta momentaneamente chiuso perchè, con la riorganizzazione degli orari, non tutti e cinque potevano restare aperti ed è stato così sacrificato  l'unico che non faceva le carte d'identità. Al riguardo segnalo che, grazie alla nostra riorganizzazione, siamo stati il municipio con i tempi d'attesi più brevi nel rilasciare le carte d'identità elettroniche.

Altre iniziative messe in cantiere durante questi due anni e mezzo?

Abbiamo investito molto sul sociale, l'elenco degli interventi sarebbe lungo. Sul piano scolastico invece  abbiamo fatto, tra l'altro, l'adeguamento anticendio in 20 plessi e rimossi 80 cassoni di eternit. Per quanto riguarda la viabilità nel biennio 2017-2018 abbiamo totalmente rifatto 15 strade, per oltre di 50mila metri quadrati di superficie. Poi abbiamo aperto dopo 30 anni il sottopasso ferroviario di via Portuense ed abbiamo acquisito il  mercato di Vigna Pia.

Non vedono però ancora luce due progetti molto attesi dai residenti: il parco Papareschi ed il parco Ruspoli. Che novità ci sono al riguardo?

Per quanto riguarda la gestione e la realizzazione delle aree verdi, i municipi sono competenti solo per quelle che si attestano sotto i 20mila metri quadrati. Ciò detto è nostro interesse acquisire competenze su tutte quelle esistenti. Dopodichè su Parco Ruspoli non è vero che abbiamo perso i fondi, perchè c'è un emendamento al bilancio capitolino che li ha ripristinati. Invece per Parco Papareschi c'è una conferenza dei servizi, ma abbiamo trovato un territorio inquinato e quindi, finchè non si procede alla  bonifica, il Diparimento Ambiente ha richiesto l'interdizione dell'area.

In tema di competenze, la scorsa estate il vostro municipio è stato al centro di un braccio di ferro. Sulla sperimentazione messa in campo sul Viadotto della Magliana, abbiamo visto da una parte l'amministrazione cittadina che spingeva per la prosecuzione della sperimentazione. Dall'altra quella del Municipio che l'avversava...

Diciamo che il Comune si è reso contro che magari qualcosa non andava ed ha cercato poi di rimediare. Per quella questione ho ricevuto, ogni giorno, le lamentele di centinaia di  cittadini che mi scrivevano per protestare delle ore di fila che erano costretti a subire. Una condizione che ho più volte sperimentato in prima persona. Per questo, di fronte a tali difficoltà, ho scritto alla Polizia Locale di non concedere la proroga alla sperimentazione.

A quanto pare però in Campidoglio non  l'hanno ascoltata visto che l'interruzione del progetto è avvenuta solo per alleviare i disagi dovuti alla chiusura del Ponte della Scafa ...

Non so se le due cose sono collegate. Sta di fatto che, alla fine, il risultato è stato ottenuto e la canalizzazione non è stata prorogata.

Si ha la sensazione che il Municipio, pur essendo l'ente locale che conosce meglio il territorio ed i suoi abitanti, come istituzione venga spesso snobbata. Dai minisindaci fatica però ad arrivare la richiesta di un decentramento amministrativo. Perchè?

Io penso che si debba andare nella direzione che porta i municipi ad avere più competenze, proprio perchè parliamo dell'ente che conosce le vere esigenze del territorio e sa quindi anche quali sono le priorità da mettere in campo. Oggi ad esempio c'è la necessità di fare intervenire i giardinieri sul verde verticale.

Ed allora perchè non si lavora per il decentramento?

Non è vero, su alcune questioni la Sindaca sta raccogliendo quest'istanza, come nel caso del verde. In generale però decentrare tutte le competenze, con la pianta organica attuale, non è possibile. Non siamo ad oggi in grado di fronteggiare quelle situazioni che, viceversa, rischieremmo di andare ad aggravare. Bisognerebbe prima dotare i municipi di più personale.

In tema di obiettivi, quali sono i traguardi che vi siete fissati per la seconda parte del mandato? Che farete nei prossimi due anni e mezzo?

Posso rispondere solo di quello che faremo il prossimo anno, perchè appunto ogni anno c'è un bilancio da predisporre. Lavoreremo per rifare altre strade, per realizzare percorsi con zone30 e per dotare il territorio di una nuova sede. Abbiamo 5 milioni di euro, tra cui quelli destinati a Parco Ruspoli. Con una parte di quelle risorse provvederemo a completare i lavori sull'ex scuola Quartararo, a Magliana. Ad oggi sono pronti due piani su tre. Una volta ultimati i cantieri, sposteremo al suo interno gli uffici dislocati in altre tre sedi. E vorremmo riuscirci entro il 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Maltempo a Roma, un'altra strage di alberi: strade chiuse e auto schiacciate dai rami 

Torna su
RomaToday è in caricamento