ArvaliaToday

Magliana, dall'ottavo piano cadono pezzi di cornicione. Asia: "Quelle sono le case in vendita dell'INPS"

In via dell'Inpruneta alcune auto sono rimaste danneggiate a causa del crollo d'un cornicione. Fascetti (Asia USb): "E' assurdo: sono alloggi vecchi di 50 anni che INPS vorrebbe vendere a 2mila euro al metro quadro"

Notte insonne per gli inquilini degli alloggi INPS di via dell'Impruneta. Nella notte tra il 16 ed il 17 novembre, dall'ottavo piano d'un palazzo sono crollati dei pezzi di cornicione. La caduta ha provocato danni alle auto parcheggiate lungo la strada. Fortunatamente, data l'ora, in strada non circolava nessuno.

Immobili vecchi

"Quelle sono le case che l'INPS, un ente pubblico, ha messo in vendita a prezzi di mercato obbligando vergognosamente gli inquilini, per la maggior parte over 65, all’acquisto di immobili che hanno superato da tempo i 50 anni di costruzione - ha ricordato Angelo Fascetti, portavoce dei Asia-Usb - che presentano gravi problemi strutturali: dalle caldaie dei termosifoni, ai sistemi elettrici e agli ascensori, dalle terrazze che trasudano acqua dai soffitti dei piani alti al crollo dei cornicioni".

Un prezzo di vendita eccessivo

Alla Magliana sono circa 1700 gli immobili di proprietà dell'ente previdenziale. La valutazione che è stata ricavata dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) rischia di tagliare fuori gran parte degli inquilini. "Nel 2017-2018 è stata emanata una direttiva favorevole solo all’Inps ed oltremodo punitiva per gli inquilini con la quale - ha fatto notare Fascetti -  si sono applicati i prezzi di mercato OMI di circa 2.000 euro al metro quadro, oltre a rinnovi contrattuali di 800-1200 Euro mensili e richieste di arretrati di migliaia di euro". Secondo il sindacato ASIA USB la stima di vendita è stata fatta "ad un prezzo inaccettabile"anche perchè "l'OMI ha valutato le nuove case ancora da costruire nell’area ex Buffetti - sempre a Magliana - in un prezzo oscillante tra i 1.900 e 2.800 euro al metro quadrato".

La difficoltà di accesso al credito

Il sogno degli inquilini di acquistare casa, è complicata anche dall'età di molti dei residenti di Magliana. L'anagrafe non consente infatti, a molti abitanti di via dell'Impruneta e delle zone limitrofe, di avere l'accesso al credito, per accendere il necessario mutuo. "Ad oggi meno del 50% ha potuto acquistare alla Magliana - ha obiettato Fascetti - significa che circa 800 famiglie si ritroveranno in emergenza casa e questo sarebbe inaccettabile".

Una trattativa aperta

L'interlocuzione con la Regione Lazio e con il presidente dell'INPS Tridico è stata avviata. "Ora vogliamo soluzioni concrete per difendere il diritto alla casa di centinaia di famiglie che non possono sottostare ai ricatti dell’INPS" ha dichiarato Angelo Fascetti. La partita è ancora aperta. Migliaia di residenti restano in attesa di conoscerne gli sviluppi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

Torna su
RomaToday è in caricamento