ArvaliaToday

Via Candoni, frigoriferi ed elettrodomestici dati alle fiamme: "Situazione fuori controllo"

A pochi passi dall'ingresso della baraccopoli istituzionale di via Candoni un altro incendio. Lanzi (PD): "Noi avevamo messo un presidio h24, ora non c'è più. Questo è il risultato"

Il rogo in via Candoni, foto di Daniele Diaco

Una nube densa si è sollevata sopra il cielo di Muratella, nella periferia sud-ovest della Capitale. Intorno alle 7 di giovedì 3 gennaio, le fiamme hanno investito i rifiuti accatastati in via Candoni. A pochi passi dalla baraccopoli istituzionale, sono stati bruciati vecchi elettrodomestici per ricavarne del rame.

I resti carbonizzati

"L'allerta è partita dal vicino deposito Atac – spiega l'assessore municipale all'ambiente Giacomo Giujusa – e le fiamme, sviluppatesi all'alba, sono state prontamente domate dai Vigili di Fuoco. Ora sul posto è rimasta una catasta di lamiere carbonizzate che provvederemo a far rimuovere da Ama". 

Senza presidio "situazione fuori controllo"

L'incendio sviluppatosi a ridosso del campo di via Candoni, è l'ultimo di una lunga serie. "La situazione è fuori controllo – fa notare il segretario municipale del PD Gianluca Lanzi – quando eravamo al governo del territorio, avevamo ottenuto una pattuglia della Polizia Locale. Rimaneva a presidiare il campo h24 mentre all'interno operavano realtà impegnate in interventi di inclusione sociale". Il provvedimento, maturato in seno al tavolo sull'ordine e la sicurezza che era coordinato dall'allora prefetto Gabrielli, non ha avuto un largo respiro.

"Anche noi inizialmente avevamo mantenuto il presidio. Il problema però è che in tutto il nostro territorio, abbiamo solo due pattuglie della Polizia Locale operative di notte" chiarisce l'assessore del Municipio XI Giacomo Giujusa. La maggioranza pentastellata, nel settembre del 2016, aveva infatti deciso di rinunciare al supporto dei vigili, di cui si era chiesto il potenziamento come mezzi e organico.  Il risultato è che la zona, situata a ridosso di un importante deposito Atac, resta esposta ad attività illecite. Come quella dei roghi. Le conseguenze vengono pagate in termini di sicurezza ma anche di salubrità dei luoghi.

La bonifica della baraccopoli istituzionale

"Ci sono 250mila euro di fondi regionali che il Campidoglio ha deciso di riversare sulla bonifica di via Candoni – fa sapere l'assessore Giujusa – dovrà avvenire prima possibile. Purtroppo quest'incendio ci ha battuto sul tempo". Ora si tratta di rimuovere i rifiuti speciali che si sono accumulati fuori e dentro la baraccopoli istituzionale di Muratella. I soldi per farlo ci sono. E questa volta non sono neppure pochi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento