ArvaliaToday

Muratella, ancora una falsa partenza: i lavori nella scuola di via Pensuti sono fermi

L'annuncio dello stanziamento capitolino per il plesso scolastico della Muratella non è stato seguito dall'avvio dei lavori. Da 12 anni il quartiere aspetta una scuola dell'infanzia ed un asilo nido

Scuola via Pensuti

I bambini che dovevano frequentare il nido di via Pensuti frequentano ormai il liceo. I residenti attendono infatti da dodici anni il completamento del plesso scolastico della Muratella. Al di là delle cicliche dichiarazioni, i lavori restano inesorabilmente fermi.

Le aspettative dei residenti

L'assenza di scuole materne e nidi d'infanzia, ha però reso il quartiere particolarmente vigile. Ogni volta che c'è un movimento all'interno del cantiere, viene segnalato sui social network. Ed in tal modo si contribuisce ad alimentare la spirale di aspettative a cui seguono, inesorabilmente, cocenti delusioni. L'ultimo episodio, in tal senso, si è registrato lo scorso 15 ottobre. 

Il falso allarme

La presenza di operai e di qualche mezzo cassonato, per qualche giorno ha contribuito a far sperare ad uno sblocco dei lavori. "Sono anni che vedo solo un cantiere dalla finestra – ha commentato una residente sul gruppo facebook NoiMontagnola – ed ogni volta guardo con fiducia, spoerando che sia la volta buona". Per ora, tuttavia, l'aspettativa è rimasta frustrata.

L'ultimo annuncio del Campidoglio

"La lunga e travagliata storia del plesso scolastico di Via Pensuti nel quartiere Muratella, sembra non finire mai" ha commentato Cristiano Sollazzo, un residente. Eppure a giugno, dalla commissione Lavori Pubblici di Roma Capitale, erano state alimentate delle attese. "Poniamo  fine a un vero e proprio calvario iniziato nel 2007 – aveva dichiarato la consigliera pentastellata Alessandra Agnello - Grazie all’ultima variazione del Piano Investimenti, l’Amministrazione Raggi ha destinato 1,4 milioni di euro a favore di un plesso nel quale troveranno spazio 3 classi per la scuola dell’infanzia e 3 per il nido comunale". Lo stanziamento non è finora servito a far ripartire il cantiere.

Una lunga vicenda

La mancata realizzazione del plesso, è stata causata principalmente dal fallimento della società che si era aggiudicata il primo appalto. Per anni i lavori sono rimasti fermi a causa del congelamento dei fondi al Patto di Stabilità. La Giunta Marino, nel 2015, era riuscita a sbloccare il finanziamento  utile per avviare, ex novo, i lavori, prevedendo anche lo scheletro realizzato dalla prima ditta. Al di là delle dichiarazioni, è rimasto tutto fermo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

Torna su
RomaToday è in caricamento