ArvaliaToday

Marconi: incendio in via dei Papareschi accanto a una scuola

In via dei Papareschi si è sviluppato un incendio che è stato spento solo con l'intervento dei vigili del fuoco. Santori: "Il palazzetto incendiato dolosamente è pericolante"

incendio_14Questa mattina un incendio si è sviluppato in uno stabile in via dei Papareschi, e non nell'ex Mira Lanza, provocando molto fumo, a tal punto da impedire ai bambini della scuola elementare Giovanni Pascoli, sita nella via, di entrare nell'istituto. Per spegnere l'incendio sono sul posto tre squadre dei vigili del fuoco.
papare

Il delegato del sindaco Alemanno per le politiche della sicurezza, Giorgio Ciardi dichiara: "Per ciò che concerne la nota stampa relativa a dei rifiuti andati a fuoco nello stabilimento ex Mira Lanza, - scrive Ciardi - si precisa che l'ex stabilimento in questione nulla ha a che vedere con questo episodio, che invece scaturisce da uno sgombero effettuato dalla Questura di Roma in via Papareschi 20, con traduzione degli occupanti all'ufficio stranieri, in seguito al quale è stato appiccato fuoco a una baracca come ritorsione alla meritoria operazione svolta dalla Polizia di Stato". "I Vigili del fuoco - aggiunge - intervenuti sul posto hanno sedato le fiamme. Sul posto, nel frattempo, una pattuglia del XV gruppo di polizia municipale - conclude Ciardi - che effettuerà operazioni di controllo per vigilare sull'area".

Sulla questione interviene anche Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV che, in una nota, afferma: “Il palazzetto incendiato oggi dolosamente in Via dei Papareschi è pericolante, si trova a due metri dalla Scuola dell’Infanzia Il Melograno e dalla scuola elementare Pascoli e proprio di fronte ad un’autorimessa”
Quindi Santori si interroga sulla proprietà dello stabile:“L’opera dei Vigili del Fuoco è stata tempestiva ed efficace nello spegnere le fiamme e nell’eliminare i fumi che oggi hanno comunque spinto molte mamme a non far entrare i propri figli a scuola – insiste Santori – allo stesso tempo è necessario comprendere se il palazzetto in questione è o meno sotto la tutela dei beni culturali e se quindi sarà necessario il coinvolgimento della Sopraintendenza per mettere in sicurezza la struttura. Il solaio superiore è infatti venuto completamente giù mentre fortemente danneggiato risulta quello inferiore, quindi la struttura potrebbe rischiare di risentirne gravemente. Credo che al di là della questione nomadi e incendi, oggi la priorità sia quella di verificare le condizioni strutturali del palazzetto e di procedere repentinamente coinvolgendo con urgenza il privato proprietario”.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento