ArvaliaToday

Tevere, la ciclabile è una selva impraticabile. I cittadini segnalano, il Comune non interviene

La ciclabile sotto lungotevere di Pietra Papa versa in pessime condizioni. CdQ Marconi: "Perchè non applicano alla ciclabile l'attenzione riservata alla spiaggia sul Tevere?"

Il rapporto tra il  Tevere e la ciclabile realizzata sulla sua banchina resta complicato. In inverno viene invasa dalla piena del fiume e diventa pertanto impraticabile. Le condizioni non migliorano necessariamente con l'approssimarsi della bella stagione. A fine marzo infatti, tornato nel suo letto, il fiume ha lasciato una ricca dote. Sulla banchina hanno fatto la loro ricoparsa le bici a noleggio che erano state abbandonate ed una dose massiccia di fango. Una barriera naturale che ha reso impraticabile, per molto tempo, anche la ciclabile di Roma Nord.

La ciclabile di Marconi

Nel quadrante meridionale della città le cose non procedono meglio. All'altezza di Marconi infatti, e più precisamente sotto il lungotevere di Pietra Papa, la ciclabile si è trasformata in una giugla. Senza alcuna forma di manutenzione, l'erba è cresciuta a dismisura inghiottendo buona parte del percorso. Raggiungere la pista, già in condizioni normali, non è agevole. Chi ha provato a percorrere racconta di una curva a gomito, proprio sotto il lungotevere, che è estremamente pericolosa. Si trova infatti in una discesa piuttosto ripida e, con la ricrescita della vegetazione, rende praticamente impossibile, ai ciclisti che procedono nei due sensi di marcia percorrerla in sicurezza.

Le segnalazioni ignorate

"Vorrei che applicassero il metodo riservato a Tìberis anche alla nostra ciclabile – osserva Salvatore Serra, portavoce del gruppo CdQ Marconi – vorrei quindi che gli venisse riservata la stessa attenzione in termini di velocità di spesa , esecuzione lavori e 'superamento' dei vincoli burocratici".   Lo iato che sussiste tra le due realtà è evidente. " Ho personalmente inviato una segnalazione il 2 luglio 2018 sulle condizioni in cui versava la ciclabile – racconta Salvatore Serra – mi è stato risposto il giorno successivo con la 'chiusura' della segnalazione". Il problema però non è stato neppure affrontato e la pista continua a sembrare una selva impraticabile. "E' una presa in giro – tuona il referente del CdQ Marconi – nei confronti dei cittadini che provano a segnalare".

Chi fa la manutenzione delle ciclabili?

L'assenza d'intervento evidenzia anche un altro problema cui, l'amministrazione centrale, è chiamata a rispondere. Chi deve occuparsi della manutenzione delle ciclabili? Perchè è sicuramente utile incentivarne la realizzazione, ma poi occorre dedicarsi in maniera puntuale anche alla loro gestione. Altrimenti restano un inutile spreco di denaro pubblico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Da Acilia a Marranella, colpo a vecchie e nuove piazze di spaccio. Presi i nuovi capi: 21 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento