ArvaliaToday

Ex Mira Lanza, servono altri controlli sugli inquinanti. Slitta la nascita del Parco Papareschi

Servono approfondimenti sulla natura degli inquinanti presenti nel sito dell'ex Mira Lanza. Lì dovrebbe nascere l'atteso parco di Marconi. Ora i tempi si allungano

Ex Mira Lanza: il sito dove dovrebbe sorgere il Parco Papareschi

La Conferenza dei Servizi su Parco Papareschi si è chiusa. La partita ancora no. Servono infatti nuovi controlli perchè il sito dove dovrebbe sorgere, è quello dell'ex saponificio Mira Lanza. Si tratta quindi di un'ex area industriale ed occorre fare analisi approfondite sugli inquinanti, prima di procedere con un'eventuale bonifica.

Servono nuove analisi

"La Conferenza dei Servizi si è chiusa negativamente, vale a dire che i documenti di caratterizzazione dei terreni presentati dal consorzio non sono rispondenti a determinate prescrizioni stabilite dagli uffici – fa sapere il consigliere municipale Mirko Marsella (LeU) – Pertanto bisognerà che il consorzio ripresenti, entro 60 giorni,nuova documentazione rispettando le prescrizioni di cui al verbale di chiusura della conferenza. Molto probabilmente, con la nuova documentazione alla mano, bisognerà indire nuova Conferenza dei Servizi per l’approvazione di detta documentazione – valuta il consigliere – Se ne riparlerà, dunque, non prima del 2019".

Cos'è successo in Conferenza dei Servizi

Il Municipio prova però a gettare acqua sul fuoco. Il progetto è molto sentito a Marconi, il quartiere più densamente popolato della Capitale. Rinunciarvi sarebbe una beffa anche perchè, in zona, di spazi verdi da recuperare non ce ne sono più. "E' vero che la Conferenza dei Servizi si è chiusa ma questo non significa che l'intervento non sarà più eralizzato – puntualizza l'assessore ai lavori pubblici ed all'ambiente Giacomo Giujusa – semplicemente è successo che per la prima volta è intervenuta l'Arpa Lazio che ha chiesto ulteriori approfondimenti rispetto alle analisi sugli inquinanti che erano stati prodotti da Docks srl". Quest'ultimo è il costruttore che in cambio dell'edificazione, già conclusa, di alcune palazzine sull'altra sponda del Tevere, si era impegnato a realizzare il Parco Papareschi. 

I tempi si allungano

Ora occorre produrre le nuove analisi e poi servirà, probabilmente con un'altra conferenza dei Servizi, valutare le azioni da prendere. A partire dalle bonifiche  necessarie per rendere finalmente salubre il sito. Marconi dovrà continuare a fare a meno di un parco attrezzato ancora un po perchè a questo punto, inevitabilmente, i tempi si allungano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Da Acilia a Marranella, colpo a vecchie e nuove piazze di spaccio. Presi i nuovi capi: 21 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento