ArvaliaToday

Preferenziale Marconi, resta il rebus dei parcheggi. Dubbi anche sulla viabilità

La conferenza dei servizi sulla preferenziale dovrà sciogliere i nodi legati ai posti auto cancellati ed alle corsie sottratte al traffico veicolare

Viale Marconi, oltre che per la presenza delle tante vetrine, rappresenta un'importante strada di collegamento. Viene quotidianamente attraversata da migliaia d'automobilisti che puntano a raggiungere Trastevere, Donna Olimpia, Colli Portuensi e, sull'altro lato, San Paolo e l'Eur.

Il futuro di viale Marconi

Inevitabilmente viale Marconi risulta essere una strada, soprattutto nel tratto compreso tra il Tevere e piazzale della Radio, estremamente trafficata. Non stupisce quindi che, la sottrazione di corsie al traffico veicolare, crei apprensione tra gli automobilisti. Anche perchè, la riduzione di corsie, si affianca all'eliminazione di centinaia di posti d'auto. D'altra parte è questo il prezzo che dovrà pagare la cittadinanza per consentire la realizzazione di un corridoio della mobilità.

I tempi previsti per la preferenziale

Il progetto, presentato in commissione mobilità lo scorso luglio, viaggia su un doppio binario. Da una parte infatti si punta a far passare su viale Marconi un tram in grado di collegare San Paolo con Trastevere. Per consentire di colmare la distanza che separa i due quartieri, in tutto 2,6 km, occorrono molti soldi. Circa 42milioni di euro che dovranno arrivare dal ministero. Perchè il tram possa transitare è però necessario creare un corridoio della mobilità. Questo secondo progetto è di più immediata realizzazione e, secondo quanto riportato nella commissione capitolina d'inizio luglio, potrebbe andare in gara già nel 2018.

Una viabilità rivoluzionata

"Il progetto della preferenziale a Marconi ci preoccupa per diversi aspetti – hanno fatto sapere gli ex consiglieri penstastellati Maria Cristina Restivo e Gianluca Martone, in una lettera inoltrata al Campidoglio, ai presidenti dei municipi interessati ed agli uffici tecnici coinvolti –  Il primo è quello legato alla viabilità. Il progetto potrebbe creare disagi assai maggiori di quelli che abbiamo visto con il restringimento della Roma Fiumicino con un imbuto del traffico che parte da Piazzale della Radio".  I timori dei due ex consiglieri grillini, recentemente passati al Gruppo Misto, non riguarda solo la viabilità. "Siamo inoltre preoccupati per i cittadini che non sapranno dove parcheggiare la loro auto visto che saranno tagliati centinaia di parcheggi su viale Marconi con il rischio di costruzione del Pup a Piazzale della Radio".  

Preoccupa la durata cantieri

L'allarme lanciato dai due consiglieri municipali, trova d'accordo anche residenti ed alcuni commercianti di zona. "Prima di ragionare sul progetto della preferenziale in sé, abbiamo suggerito di pensare a un riassetto della viabilità di tutto il quadrante, compreso i posti persi" ricorda Alessandro Pallaro, della rete d'impresa Arvalia, che pone anche un'altra questione, i tempi. "Sul cantiere ci preoccupano i tempi, perché se pur in difficoltà, Marconi vive di commercio e vive comunque di grandi firme. Una cantierizzazione dei lavori, anche se ragionevolmente breve, pone comunque a rischio la permanenza degli esercenti che magari hanno la convenienza di guardare altrove" riflette Pallaro.

I posti auto

Poi c'è il problema dei posti auto. Una parte potrebbero essere recuparati mettendo a norma un parcheggio che il Municipio ha ricevuto come compensazione per la riqualificazione dell'ex Campari. Si tratta  comunque di meno di settanta posti auto, troppo pochi se si vuole compensare l'eliminazione di quelli, finora tollerati, sullo square centrale. Viabilità, parcheggi e durata dei cantieri sono queindi temi da affrontare in Conferenza dei servizi. Prima di passare alla pubblicazione del bando, conviene rispondere a tutte le domande che arrivano dal territorio.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

Torna su
RomaToday è in caricamento