ArvaliaToday

Pup Fermi, i platani restano dove sono: Visconti ferma il progetto

La lunga lotta dei cittadini ha portato il risultato sperato. L'assessore all'Ambiente ha infatti bloccato i lavori, invocando la necessità di una superperizia. Esulta Legambiente: "Ripensare l'intero piano parcheggi"

L'invito a protestare da parte del Comitato No Pup Fermi, almeno per oggi, ha avuto il suo effetto: i lavori di potatura dei platani in via Enrico Fermi, funzionali al progetto di costruzione di un parcheggio interrato, non sono iniziati e i 28 platani resteranno, almeno fino ad ottobre al loro posto.

LA PROTESTA DI STAMATTINA - Stamattina, un nutrito gruppo di persone si è radunato nella via per impedire che i lavori iniziassero.  Davanti alla Città del Gusto e al Cinema Uci Marconi, i residenti hanno intonato cori e presidiato la zona per ribadire il loro no ai parcheggi interrati e, ovviamente, alla potatura e l'espianto dei platani che percorrono tutta via Enrico Fermi.

IL NO ALL'ESPIANTO - Gli alberi non sono stati espiantati perchè, secondo quanto riferito dal Comitato No Pup, starebbero mettendo le gemme e secondo i tecnici spostarli adesso sarebbe troppo pericoloso per la loro vita. L'assessore capitolino all'Ambiente Marco Visconti ha così deciso di fermare i lavori. Con una lettera notificata alla società Cam srl, concessionaria del Pup di viale Marconi, il Dipartimento ambiente di Roma Capitale ha fermato i lavori di potatura e zollatura dei 23 platani che avrebbero dovuto essere espiantati e ripiantumati in un'area di proprietà regionale.

"Abbiamo deciso di fermare i lavori di espianto dei platani che la società Cam avrebbe dovuto iniziare questa mattina - spiega l'assessore capitolino all'Ambiente Marco Visconti - perché non ci convince la perizia effettuata dagli agronomi della ditta concessionaria del Pup. E' necessario, infatti, verificare che vi siano tutte le condizioni per realizzare un trapianto delle essenze in questo periodo che è di ripresa vegetativa. Abbiamo chiesto pertanto una perizia ufficiale al Dipartimento di scienze vivaistiche, ambientali e di gestione del verde urbano dell'Università di Firenze, tra i massimi esperti nazionali del settore, affinché siano accertate tutte le necessarie condizioni di attecchimento delle essenze e siano puntualmente verificate le relazioni tecniche prodotte dalla società Cam. Fino alla conclusione della perizia, di fatto, qualunque tipo di intervento sulle alberature di viale Marconi, resta interdetto".

LEGAMBIENTE - Anche Legambiente è soddisfatta di questo piccolo risultato e, in una nota dichiara: “l'Assessorato e il Dipartimento Ambiente con l'Assessorato Mobilità del Comune di Roma sono positivamente intervenuti per fermare i lavori di potatura ed espianto propedeutici alla realizzazione del parcheggio interrato. “I platani e le alberature di via Fermi hanno dimensioni tali che sembra proprio assurdo pensare di poterli spostare, indipendentemente dal fatto che siano in stasi vegetativa o meno”

"Il Piano Urbano Parcheggi", - afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio - "ha perso il senso generale, non si capisce come vengano definite le localizzazioni, bisogna fermarsi e ridefinire obiettivi e modalità. Nel caso di via Fermi questo è molto evidente, la crisi di traffico dell'area si risolve con un rinnovato trasporto pubblico, piuttosto che con dei box. Continueremo a vigilare per evitare scempi inutili".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento