ArvaliaToday

Marconi, raccolta di coperte per i senza tetto. Nel quartiere ne sono già deceduti due

Organizzata una gara di solidarietà destinata ai clochard di tutta Roma. Benvenuti (Ecoitaliasolidale): "Nella Capitale ci sono 10mila persone esposte al freddo"

Due persone senza fissa dimora hanno perso la vita nel giro di una settimana. Entrambe sono decedute nella zona di Marconi. Due tragedie che, con il precipitare delle temperature, rappresentano più d' un semplice campanello d'allarme. La notte a Roma fa freddo. E c'è chi, non avendo un riparo accogliente, rischia di non vedere le luci dell'alba

La maratona di solidarietà

Per porre un argine all'abbassamento della temperatura, l'associazione Ecoitaliasolidale e la Protezione Civile arvalia hanno organizzato una raccolta straordinaria di coperte e di vestiti destinati ai senza tetto che vivono a Roma. L'iniziativa si svolge il giorno 7 gennaio, dalle 16 alle 20, a viale Marconi, angolo con via Grimaldi.

I clochard recentemetne deceduti

"Ci siamo dati appuntamento in un quadrante di Roma dove Davide, il clochard-intellettuale è deceduto in strada lo scorso 30 dicembre e dove  in questi giorni è stato trovato un altro senza tetto morto sulle sponde del Tevere all’altezza di Lungotevere di Pietra Papa, ed abbiamo inteso promuovere come ogni anno una raccolta straordinaria di coperte e vestiti, per poi consegnare il materiale raccolto già domani notte nelle strade della Capitale" fa sapere Piergiorgio Benvenuti, presidente di Ecoitaliasolidale.

Le misure anticlochard e la città degli invisibili

La scomparsa di due persone a Marconi, fa riflettere. Nello stesso quartiere sono recentemente apparse delle strutture respingenti, con l'obiettivo di scoraggiare bivacchi notturni. Nel frattempo però ci sono persone che restano esposte al rigido clima invernale. "Nella Capitale vi è una 'città' invisibile composta ormai da circa 10.000 senza tetto, la metà italiani, di cui la maggior parte vivono in strada, fra i cartoni, sotto i cornicioni dei palazzi o lungo le Stazioni ferroviarie Termini, Tiburtina e Ostiense e   – ricorda Benvenuti –con queste temperature stanno rischiando la loro vita senza una adeguata organizzazione di accoglienza". 

La riflessione

Alla maratona di solidarietà, oltre alla Protezione Civile Arvalia, ha deciso di aderire anche un'ex atleta romana: la campionessa mondiale di marcia Giuliana Salce che, con Benvenuti e l'onorevole Maria Teresa Bellucci della Commissione Affari Sociali della Camera, contribuiranno a raccogliere e distribuire le coperte. "Fa veramente freddo, io ho lavorato facendo turni di notte e so che vuol dire essere esposti a queste temperature - racconta l'ex fondista azzurra, lontana dai riflettori, è stata spesso impegnata in iniziative di solidarietà -  Queste persone sono tante e sembrano invisibili, ma di fatto non lo sono perchè le vediamo tutti i giorni. E pensare che ci siano persone all'addiaccio che rischiano di morire per il freddo, mentre noi stiamo a casa al caldo, è tremendo. Spero che in tanti aderiscano a quest'iniziativa". L'appuntamento in via Grimaldi e davanti alla vetrina di Max Mara. 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento