ArvaliaToday

Municipio XI, un anno di giunta Torelli condanna Arvalia all'irrilevanza politica

Primo anno del presidente Torelli alla guida del Municipio XI: ecco come se la sono cavata il Minisindaco e la sua squadra pentastellata, dalla gestione delle risorse in bilancio, al singolare rapporto con il Campidoglio

Uscito vincitore da una campagna elettorale che non ha neppure iniziato, il Presidente Torelli ha subito presentato la sua squadra di governo. Scorrendo i nomi ed i curricula - spesso - ha prevalso la fedeltà al Movimento. Un segnale forse rivolto a quei “detrattori” che avevano puntato il dito contro l’attuale Minisindaco, reo di essersi candidato in passato con l’IDV. La decisione di privilegiare la militanza, ha però avuto delle conseguenze evidenti, che si sono ad esempio mostrate in una gestione apparsa a tratti improvvisata. Il caso del bando per i mercatini natalizi, è stato imbarazzante. Più di recente, la scelta di ricorrere in maniera quasi compulsiva alle assegnazioni dirette, per evitare di perdere fondi in bilancio, ha testimoniato una volta di più la difficoltà di programmazione di questa Giunta.

LA COMUNICAZIONE - Neppure comunicazione del Presidente Torelli non è il piatto forte della sua amministrazione. Lo si era capito subito con la decisione - unico caso a Roma - di non voler rilasciare dichiarazioni in campagna elettorale. Anche in seguito il Presidente e buona parte della sua maggioranza hanno mostrato solo un blando interesse a migliorarsi. In questo quadro, vanno comunque fatti dei distinguo perchè alcuni assessori e diversi consiglieri non hanno mai fatto mancare la propria disponibilità a confrontarsi con la stampa. Criticabili invece le scelte fatte sul piano della trasparenza  visto che sia la diretta streaming  che la pagina facebook del Municipio XI, sono state cancellate. Si è perso per strada invece il tentativo di far gestire direttamente alla sua Giunta il periodico Arvalia. In definitiva sul piano della comunicazione Torelli e la sua squadra hanno offerto un risultato sicuramente migliorabile. 

IL LAVORO SVOLTO - L’insediamento di Mario Torelli alla guida del Municipio XI non ha coinciso con l’agognata soluzione delle questioni più spinose. Tra le proteste dei cittadini sono proliferate le stazioni radio base. La viabilità è rimasta caotica.  Il destino di alcune aree verdi come Parco Ruspoli o il Parco del Tevere è divenuto enigmatico. La gestione Torelli, nel complesso, è parsa soffrire di un’eccessiva deferenza verso altri livelli istituzionali. Nessuno chiede ai Municipi di risolvere problemi che non sono di loro stretta competenza. Se però si rinuncia anche alla capacità di proposta allora si condanna l’Ente di prossimità all’immobilismo. Ed alla scarsa rilevanza. Un esempio? La decisione del Campidoglio, accettata supinamente, che il Municipio XI non dovesse esprimere un parere sullo stadio. Difficile da mandare giù. La sensazione che alle volte si ricava, è che quello governato da Torelli sia un territorio semi-commissariato. Non si può che migliorare. Voto: 4

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento