ArvaliaToday

Crisi Municipio XI, il presidente Torelli resiste: "Non mi dimetto, vediamo se mi sfiduciano"

Il quarto passaggio d'un consigliere pentastellato nel gruppo misto lascia il Municipio XI senza una maggioranza. Il presidente Torelli però resiste

Mario Torelli, il presidente del Municipio XI non si nasconde. La decisione della consigliera pentastellata Francesca Sappia di lasciare i grillini, arriva dopo quella di Marsella, Martone e Restivo, tutti passati al gruppo misto. Il risultato è che, il Movimento 5 stelle, nel territorio degli Arvali non ha più la maggioranza.

Presidente Torelli se l'aspettava queste dimissioni?

Sinceramente no. Ieri c'era stato un consiglio municipale e da parte della consigliera Sappia non abbiamo registrato nessun segnale che lasciasse presagire qualcosa del genere.

Gli altri consiglieri pentastellati come l'hanno presa?

Ci sono rimasti male perchè, anche loro, non si aspettavano questa decisione. Se poi ha letto le sue dichiarazioni, Sappia fa riferimento a cose vecchie che non sono neppure di competenza municipale.

Ha parlato della sua contrarietà alla canalizzazione del traffico sul viadotto della Magliana....

Esatto, ma anche io mi sono dichiarato contrario a quell'operazione e l'ho messo anche nero su bianco.

E poi ha fatto riferimento alla preferenziale su via Portuense. Forse non è un caso che le dimissioni siano arrivate il giorno della mobilitazione cittadina?

Sì ma quanti erano a contestare, un centinaio di persone? Questo magari dovrebbe anche far riflettere su quale sia il numero dei residenti che sono veramente contrari a quell'operazione.

Ora cosa farà, gli ex grillini che erano già passati al gruppo misto, insieme ai consiglieri di centrosinistra e centrodestra, le chiedono un passo indietro. Si dimetterà?

Assolutamente no. Sia chiaro questo aspetto: io non mi dimetto. Vogliono sfiduciarmi? Lo facessero quindi, voglio proprio vedere....

Il rischio però, arrivati a questo punto, è la paralisi istituzionale. Ogni atto che presenterete in aula verrà messo in minoranza dall'opposizione....

E di questo dovranno renderne conto ai cittadini. Se noi facciamo delle proposte utili ai cittadini stessi e loro le bocciano per principio, poi non è con noi che bisognerà prendersela.

Ma ha una strategia, voglio dire, come si fa a governare senza maggioranza. Avete un faro che v'illumina la strada, un obiettivo verso cui tendere?

Non abbiamo nessuno faro. In questo momento, inevitabilmente, si naviga a vista.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Ma il Presidente conosce e ci transita nel tratto interessato alla Preferenziale? Molto probabilmente no, il problema del traffico c'è ma fa via Belluzzo a piazzale della radio. Cerchi di intervenire verso l' Atac per attivare una fermata intermedia tra via Volpato e Via di Vigna Pia della linea718 per la quale è più di un mese è stato fatto il marciapiede

  • Non so se funzionerà ma non si possono fare preferenziali senza una sperimentazione minima. Abitando in zona non ne ho vista nessuna. Quindi non posso sapere se possa essere un miglioramento o un peggioramento; di sicuro non si fanno scelte per partito preso senza uno studio empirico adeguato calcolando flussi e criticità.

  • Pur non conoscendo a go do la situazione della Portuense, vedo sempre con buon occhio le preferenziali a condizione che non si creino degli assurdi stradali come successo su viale Eritrea e Viale Libia, dove i cordoli sono pericolosissimi e la viabilità fortemente compromessa. Quindi, in breve, si alle prefereziali ma fatte con criterio.

  • con la preferenziale la Portuense diventerà un inferno, ora anche con il traffico si viaggia bene,con questa idea soffriranno oltre agli automobilisti anche le attività commerciali.

    • Un'ottima opportunità per lasciare la maghina e prendere il bus. La scusa non è sempre quella che i bus non passano mai e sono lenti? Gli automobilisti 'soffrono' perché a Roma ci sono più maghine che soldi. 1000km di corsie preferenziali e Roma rinascerebbe, altro che automobilisti che soffrono

      • Bisogna smetterla di criminalizzare chi usa la macchina. È questo l'errore di fondo che state facendo voi fanatici dell'utopia green. Con questo mantra state diventando antipatici ai più che utilizzano la macchina per necessità e non certo per vezzo. Migliorare il trasporto pubblico è un bene ed un dovere delle istituzioni, e l'abbandono della macchina sarà naturale e conseguente quando ci saranno delle vere alternative.... e che non sono certo la bicicletta......

        • Utopia? Antipatici? Le alternative secondo te come le costruisci se non favorendo il trasporto pubblico? É una questione di SCELTE giuste ma non indolori, c'è chi ha il coraggio di farle a costo di risultare 'antipatico' e chi invece ha interesse a che tutto resti com'è, magari per specularci su qualche voto e riempirsi la bocca di buoni propositi...

  • Ma si dimetta, dia retta

Notizie di oggi

  • Politica

    Stadio, ex Mercati generali ed un albergo: la "congiunzione astrale" smaschera il sistema De Vito

  • Politica

    Arresto Marcello De Vito, Di Maio: "Fuori dal MoVimento 5 Stelle"

  • Politica

    Roma piange Tina Costa: addio alla staffetta partigiana impegnata anche sul fronte dei diritti civili

  • Politica

    La gaffe del Ministro Costa: "Differenziata partita con Raggi". Dati e storia lo smentiscono

I più letti della settimana

  • Sciopero degli studenti per il clima: il 15 marzo in piazza per Friday for Future

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • "No a perquisizioni razziste sul bus": il cartello sulle pensiline Atac contro le forze dell'ordine

Torna su
RomaToday è in caricamento