ArvaliaToday

Rifiuti, nuova bocciatura per la scelta di Raggi: anche l'Enac dice no alla discarica di Monte Carnevale

L’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile boccia la scelta di realizzare una discarica vicino all'aeroporto. La presenza di rifiuti potrebbe attirare gabbiani che, già in passato, hanno messo a rischio la sicurezza dei voli

Niente discarica a Monte Carnevale. Questa volta a chiederlo non sono i cittadini, ma l’Enac.  L’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile, con una lettera inoltrata alla Città Metropolitana ed alla Regione, ha spiegato i motivi della propria contrarietà.

La sicurezza dell'aeroporto

Il sito individuato, ha fatto notare Enac, "dista pochi chilometri dall’aeroporto di Fiumicino, il più grande d’Italia", con un traffico di passeggeri che si aggira sui 43 milioni l’anno. Avere una discarica di rifiuti a poca distanza, ha evidenziato l'Enac, può causare serie conseguenze sul piano della sicurezza.  “Il sito si trova vicino all’ex discarica di Malagrotta – viene sottolineato nella lettera – che per decenni è stato una minaccia per al sicurezza dell’aviazione civile”.

Il fenomeno del wildlife strike

L’indice è puntato verso il cosiddetto “wildlife strike”. L'espressione identifica l'impatto degli aeromobili con i volatili. Un fenomeno tutt'altro che secondario per chi ha il compito di garantire la sicurezza del trasporto aereo. Il problema, ora in gran parte superato, è stato originato dalla presenza di rifiuti nell'ex discarica di Malagrotta. La loro abbondante disponibilità ha infatti, per anni, finito per alimentare una c copiosa colonia di gabbiani reali.

Gli incidenti 

Una specie grande e gregaria e numerosa,  ha sottolineato l’Enac, che poi si è riversata nel vicino aeroporto. Non senza conseguenze. L’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile  ha ricordato alla Città metropolitana ed alla Regione “i due incidenti avvenuti in aeroporto nel 2007 e nel 2012 a causa della presenza di gabbiani reali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le scelte future

La chiusura di Malagrotta, avvenuta nel 2013, è coincisa con la drastica diminuzione del numero di questi volatili in aeroporto. In un solo anno, ha fatto notare Enac “la presenza del gabbiano è crollata del 76%” cosa che di fatto ha contribuito a migliorare la sicurezza nel trasporto aereo. La scelta di realizzare un’altra discarica a poca distanza del Leonardo da Vinci incassa quindi il no dell’Ente di Aviazione Civile. Non solo. L'ente, nella sua lettera, ha messo in guardia le istituzioni locali, “da eventuali future responsabilità su scelte sbagliate e non condivisibili”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento