ArvaliaToday

Malagrotta, anche il Pd è contrario all'inceneritore: "Non serve. Bisogna puntare sugli ecodistretti"

Il Capogruppo municipale del PD chiarisce la posizione del partito sugli inceneritori: "Nessuno li vuole a Malagrotta. Ma Raggi anziché attaccare il governo, tolga i rifiuti dalle strade e punti sugli ecodistretti"

Il no che arriva dall’opposizione democratica è chiaro. Il gassificatore di Malgrotta non serve. Da tempo la compagine municipale del PD lo ripete. Ed è tornato a ribadirlo anche oggi, prendendo spunto da alcune dichiarazioni rilasciate sull'argomento dalla prima cittadina di Roma.“Il gassificatore di Malagrotta, che Renzi considera un’opera strategica – ha dichiarato la Sindaca - noi non abbiamo nessuna intenzione di utilizzarlo: per noi gli inceneritori vanno abbandonati, percio' chiedo al Parlamento di smettere di incentivare gli inceneritori e puntare su un diverso ciclo rifiuti che incentivi impianti alternativi".

LA POSIZIONE DEL PD - La risposta non ha tardato ad arrivare. “Invece di accusare il governo Renzi, la Sindaca di Roma cominci a governare il ciclo dei rifiuti. Nessuno vuole il gassificatore di Malagrotta, tanto che la Regione Lazio guidata da Nicola Zingaretti ha dichiarato formalmente al governo che non è necessario il nuovo impianto di termovalorizzazione. Il punto è un altro – sottolinea il Capogruppo municipale del PD Maurizio Veloccia -  il nuovo impianto non occorre nella misura in cui la Raggi si attivi e chiuda finalmente il ciclo dei rifiuti, realizzando impianti di riciclo e recupero degli scarti ed individuando una discarica di servizio. Insomma la fase due che era stata tracciata dalla giunta Marino e da Fortini, a valle della chiusura della discarica di Malagrotta, con il nuovo piano industriale che prevedeva la creazione degli ecodistretti a Roma e la chiusura dei TMB”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TOGLIERE I RIFIUTI DALLE STRADE - Il pressing istituzionale, nella fattispecie dall’opposizione municipale targata PD, è ripreso. “Dopo aver cacciato Fortini e dato in mano la gestione dei rifiuti alla vecchia filiera riconducibile al mondo Co.la.ri. oggi la Sindaca ci annuncia la riapertura dei TMB dopo aver promesso il contrario e si lamenta dell'ipotesi gassificatore . Ipotesi che noi respingiamo con forza, ma per essere credibili in questa posizione – suggerisce l’ex Presidente di Municipio - i rifiuti devono essere tolti dalla strade e riciclati chiudendo il ciclo. Speriamo la Raggi lo comprenda”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento