ArvaliaToday

Miasmi a Valle Galeria e Monte Stallonara: la protesta arriva al Ministro Lorenzin

Per l'Assessore all'Ambiente Giujusa, almeno per quanto riguarda Massimina, si tratta di "stallatico". Intanto il centrodestra informa il Ministro alla sanità Beatrice Lorenzin

Aria irrespirabile. Da Ponte Galeria a Monte Stallonara, si susseguono le segnalazioni dei cittadini che avvertono cattivi odori.  C’è chi sente “puzza forte di stabbio” in zona Massimina. E chi invece ravvisa un forte odore di bruciato. Chi, ancora, dichiara che “non si può stare fuori in via Tertenia”.

LE SEGNALAZIONI -Su facebook i residenti del Municipio XI hanno da tempo costituito un apposito gruppo facebook, su cui si scambiano informazioni . Per quanto riguarda la segnalazione sulla Massimina, l’Assessore all’ambiente Giacomo Giujusa spiega che si tratta di “stallatico che stanno spargendo nei campi adiacenti Malagrotta”. Se però si tratta soltanto di concime “non ci possiamo lamentare: abitiamo in una zona a vocazione agricola – ricorda Rodolfo, da diciassette anni residente – e quindi è normale che si senta l’odore di letame”. Ma non c’è solo quello. “Si avverte anche una puzza di idrocarburi che non si capisce da dove arrivi, visto che la raffineria non è più operativa da tempo”.

LA DENUNCIA - L’incertezza non aiuta a migliorare il quadro. Rispetto ad una situazione che si sta protraendo da alcune notti, si segnala l’intervento del Vicepresiidente del Consiglio municipale Marco Palma (Lista con Giorgia): "Ho  scritto al Ministro Lorenzin. Da anni nella Valle Galeria, con particolare riferimento alla zona di Piana del Sole, Ponte Galeria e Spallette è irrespirabile. E lo è anche in queste notti.  Un misto di bruciato, rifiuti ed altro si mischia in una miscela incredibile e questa situazione, complice anche un elevatissimo livello di umidità dell'aria – riconosce Palma -  rende la respirazione difficoltosa se non impossibile".

LE RESPONSABILITA' - "L'auspicio  è che dopo questa segnalazione ci possa essere un risveglio sulle responsabilità e delle coscienze:  il sindaco, insieme al Consiglio comunale, è il responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio – ricordano i Consiglieri Palma, Garipoli e Catalano – Ed è il primo cittadino che, in base alla Direttiva Seveso, deve conoscere lo stato di salute della popolazione; deve prendere provvedimenti se le condizioni ambientali sono invivibili. E, se esistono pericoli incombenti – concludono - deve informare la popolazione dei rischi rilevanti cui è sottoposta”. In altre parole i cittadini della Valle Galeria e di Monte Stallonara meritano di sapere quello che, non certo da oggi, sono costretti a respirare di notte.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Da Acilia a Marranella, colpo a vecchie e nuove piazze di spaccio. Presi i nuovi capi: 21 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento