ArvaliaToday

Valle Galeria, miasmi serali: si dorme con le finestre chiuse

Prosegue la mobilitazione dei cittadini della Valle Galeria, contro i miasmi respirati soprattutto in orario serale e notturno. "Questa situazione va avanti da 40 anni. Ormai è insostenibile"

Malagrotta Foto d'Archivio

L’estate è finalmente arrivata. Per molti cittadini rappresenta un sollievo, per altri l’inizio di una decennale agonia. Con il cambio di stagione, arriva infatti il caldo. E con esso, la necessità di refrigerarsi. C’è chi lo fa in modo naturale, aprendo le finestre e facendo ventilare la propria abitazione. E c’è chi, questa possibilità, non c’è la. Perché, da quattro decadi, deve combattere con odori nauseabondi.

IL QUADRANTE IN SOFFERENZA - “Continuano senza sosta i forti disagi dei residenti della Valle Galeria, il quadrante situato tra i Municipi XI e XII ed il Comune di Fiumicino. Parliamo di un quadrante che ospita i quartieri Malagrotta, Massimina, Piana del Sole, Ponte Galeria, Pisana, Monte Stallonara, Spallette, Monte Carnevale, Castel Malnome, Parco Leonardo e Le Vignole – premette Alessandro Costantino Pacilli, Portavoce del Comitato Cittadini liberi della Valle Galeria –  Qui da ormai troppo tempo, tra l'indifferenza totale delle Istituzioni, le persone lamentano il diffondersi di odori nauseabondi . Si registrano soprattutto in orari serali e notturni e sono capaci di provocare nausea e d'irritare le vie respiratorie e gli occhi. Questi odori, provenienti dall'area industriale di Malagrotta, arrivano presumibilmente dagli impianti TMB del gruppo COLARI”.

PUZZE E PARTECIPAZIONE - Il problema derivante dagli odori irrespirabili, è tristemente noto nel quadrante. Tuttavia è anche nota la capacità di risposta dei residenti. Quelle zone infatti, non sono densamente popolate. Ma in passato, lavorando sul senso civico e l'attivismo cittadino,  hanno ottenuto buoni risultati. E’ un po’ l’obiettivo che si pone il camper “Puzzolo”.   Di fronte al  “crescente aumento di questi olezzi, in frequenza, in intensità, in durata ed in espansione territoriale – ci ha spiegato PAcilli –  abbiamo pensato di creare un  gruppo Facebook, che abbiamo chiamato  PUZZ@MINA ‘Nuovo sistema di monitoraggio ambientale’. Serve per segnalare le aree interessate ed il tipo di cattivo odore percepito. La preoccupazione maggiore, al di là delle molestie fino a se stesse, è il possibile danno alla salute ed all'ambiente che queste ‘puzze irrespirabili’ possono provocare”.

UNA CALDA ESTATE - Da PUZZ@MINA è poi partita l’idea di girare con un camper, per i territori che subiscono il problema dei miasmi. “Vogliamo attivare azioni legali – ha ricordato il portavoce del Comitato cittadini liberi della Valle Galeria – e per questo ho già preso contatti con l'Associazione Raggio Verde , che ha contribuito in maniera determinante, insieme a noi Cittadini, ad evitare la realizzazione di una discarica a Monti dell'Ortaccio. Raggio Verde – conclude Pacilli -  ha dato nuovamente la sua disponibilità ad aiutarci in questa eterna battaglia contro gli odori nauseabondi”. Il guanto di sfida è stato lanciato. L’estate nella Valle Galeria, oltre che puzzolente, si preannuncia particolarmente calda. E non per ragioni atmosferiche.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento