ArvaliaToday

Una discarica a Monte Carnevale: entro 90 giorni la decisione

Aperta la Conferenza dei servizi per trasformare in discarica l'ex cava di Monte Carnevale . Cacciatore (M5s): "Valle Galeria vittima da decenni di stress ambientale". Intanto resta aperto il sito di trasferenza voluto dalla Raggi

Servono delle integrazioni. La Conferenza dei Servizi che lunedì 5 agosto si è svolta in Regione, ha deciso di  prendere tempo prima di comunicare la propria decisione. Alla Pisana infatti si sta valutando la possibilità di trasformare l'ex cava di Monte Carnevale, in una discarica di rifiuti inerti.

Pareri negativi e richieste d'integrazione

La proposta della NGR, società privata che ha proposto il progetto, ha già incontrato degli oppositori. Si tratta dell'Ufficio cave che, in Regione, ha ricordato che non è stato mai effettuato il recupero ambientale del sito, cosa invece che era prevista nel progetto originario. Per questo l'ufficio ha espresso parere negativo. Manca inoltre una relazione sull'impatto acustico mentre l'Arpa ha evidenziato che occorrono degli aggiornamenti sul livello della falda idrica.

La decisione entro 90 giorni

Alla luce delle integrazioni richieste, la Conferenza dei servizi ha deciso di "sospendere" il procedimento amministrativo "in attesa del ricevimento delle integrazioni richieste". C'è una finestra per produrle e per valutarle, visto che la decisione andrà presa entro 90 giorni. Salvo eventuali proroghe. Intanto l'avvio della Confenza dei servizi, ha rappresentanto l'occasione per ricordare le condizioni in cui versa tutta la Valle Galeria. I residenti sabato 27 luglio si sono incontrati ed hanno manifestato contro l'ipotesi di aprire altri impianti nel quadrante. Una considerazione che viene sposata anche da molti rappresentanti istituzionali. Per altro, quello previsto a Monte Carnevale, dista soli 300 metri da un sito di interesse comunitario, meta di molte specie migratorie.

Basta rifiuti nella Valle Galeria

Come ha ricordato il consigliere regionale Marco Cacciatore (M5s) l'impianto su cui si è aperta la conferenza dei servizi, si trova  "nel cuore della Valle Galeria, a pochi metri dalla discarica di Malagrotta, dai due TMB, dal gassificatore e dall’inceneritore di rifiuti ospedalieri oggi (e speriamo per sempre) in disuso".  Si tratta di  "un’area vittima ormai da decenni di uno stress ambientale spropositato, che ha visto una concentrazione di impianti impattanti fuori dalla norma compromettere pesantemente la vivibilità del territorio".  

Il nodo della trasferenza

Tra l'altro, sempre nel quadrante, resta in funzione un altro impianto, quello deputato alla trasferenza. Il sito è stato autorizzato dalla Sindaca, all'indomani dell'incendio che ha devastato il TMB Salario. Ma la promessa era di tenerlo in funzione solo per 180 giorni. Un impegno pubblicamente assunto che, un mesetto fa, è stato palesemente disatteso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento