ArvaliaToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Ponte Galeria, nel piano di zona i terreni condominiali sprofondano

Crepe enormi, dislivello del terreno di almeno mezzo metro in pochi anni, muretti dei cortili che si distruggono col cedimento del suolo. Siamo a Ponte Galeria, piano di zona B39, dove gli inquilini hanno fatto causa al costruttore per "danni quantificati in circa mezzo milione di euro".

 

Alessandro Roncati, inquilino e membro del comitato di quartiere di Ponte Galeria, ci accompagna nel giro all'interno del suo condominio. E quello che ci troviamo davanti è davvero incredibile. Soprattutto se si pensa che sono palazzine costruite solamente una decina di anni fa. "Sotto ai palazzi hanno fatto le fondamenta per bene e quindi sembrano al sicuro, ma tutto intorno no - spiega -  e i terreni continuano a cedere, lentamente, ma nel giro di pochi anni parliamo già di almeno mezzo metro".

Ed è così che i muretti che costeggiano i cortili privati e quelli condominiali sono ricoperti di enormi crepe. "Abbiamo messo delle resistenze attaccate alle pareti per provare a rallentare il declino - continua - mettere in sicurezza il possibile visto che qui ci sono anche molti bambini".

Dai piani di zona abbiamo impararato a cogliere le vertenze legali, gli sfratti, le case vendute all'asta, le opere di urbanizzazione incompiute. Oggi ci troviamo davanti ad un piano di zona che, oltre a tutte le altre questioni, è costruito su un terreno che frana, irrimediabilmente. "Abbiamo fatto causa al costruttore - conclude Roncati - abbiamo fatto una stima dei danni e per mettere tutto a norma e in sicurezza ci vorrebbero circa mezzo milione di euro".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento