ArvaliaToday

Cimitero della Parrocchietta, basta degrado? Si fa avanti il Mc Donald's di Portuense

Il gestore della nota catena di fast food di via Portuense ha presentato un progetto per riqualificare l'area intorno al cimitero monumentale. La zona, nascosta sotto il cavalcavia, è stata più volte bonificata

Via Isacco Newtons: il cimitero nascosto tra il canneto

Sotto il viadotto della Portuense, si nasconde un pezzo di storia. Sono tantissimi gli automobilisti che, quotidianamante, gli sfrecciano accanto. Da quando è stato realizzato il cavalcavia è anche difficile notarlo.

Una zona nascosta

E' nascosto nella vegetazione e si notano a mala pena dei cipressi, spuntare all'altezza del viadotto. Ma in quell'area, punto di congiunzione tra i Colli Portuensi ed il Trullo, c'è un cimitero monumentale che soffre per l'isolamento, ma soprattutto degrado circostante.

La battaglia contro il degrado

La zona è stata più volte interessata da interventi di bonifica. "Ci abbiamo impiegato tre anni per ripulirla – racconta Giacomo Giujusa, già assessore all'ambiente del Municipio XI". All'ombra dei piloni del viadotto, si sono più volte create delle vere baraccopoli. Insediamenti abusivi che, insieme alle scritte vandaliche ed alla ricrescita incontrollata dei canneti, hanno contribuito a creare la percezione che il luogo fosse abbandonato. E' però stato presentato un progetto di riqualificazione ed "il 24 luglio – fa sapere Giujusa - riparte la Conferenza dei servizi.

La conferenza dei servizi

La società che gestisce il punto vendita di Mc Donald's Italia presente in via Portuense, ha presentato un progetto di sponsorizzazione tecnica. Serve a realizzare interenti di riqualificazione delle aree adiacenti al cimitero della parrocchietta" si legge nel documento rdatto dal Direttore del Municipio XI e  dovrà essere valutato entro "il termine di 90 giorni decorrenti dalla prima riunione".

Il cimitero della parrocchietta nella freccia rossa-2

Il progetto di riqualificazione 

Il progetto prevede la sistemazione delle aree superficiali che lambiscono il vecchio cimitero, a cui oggi si accede da via Isacco Newton. L'intervento prevede la realizzazione di un'area con giochi inclusivi, la sistemazione di pavimentazioni drenanti, sedute modulari di cemento e la messa a dimora di siepi e piante grasse.

"Le aree rimarranno pubbliche e completamente fruibili dalla cittadinanza. Questa soluzione a costo zero per la collettività – ha sottolineato Giujusa - scongiurerà nuove occupazioni abusive di queste aree pubbliche, superando una volta per tutte le annose problematiche di acquisizione al patrimonio comunale dei terreni espropriati all'epoca della costruzione dello svincolo stradale".

Il cimitero di via Portuense

La storia del cimitero della Parrocchietta risale alla fine del settecento. Era inizialmente una fossa comune dove venivano sepolte le persone indigenti. Nel secolo successivo venne ampliato e cominciarono a comparire le prime lapidi. La struttura, acquistata dal Comune di Roma negli anni Trenta, ha cessato di accogliere salme nel 1991. L'ingresso, un tempo al civico 650 di via Portuense, è attualmente possibile solo da via Isacco Newton. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Da Acilia a Marranella, colpo a vecchie e nuove piazze di spaccio. Presi i nuovi capi: 21 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento