ArvaliaToday

Magliana, le indicazioni stradali sono inghiottite dal canneto: impossibile vederle

Il bivio sotto al viadotto della Magliana è completamente nascosto dalla ricrescita della vegetazione. Palma: “Le canne tagliate, in assenza di manutenzione, ricrescono. Facciamo gestire l’area ad un privato”

Il punto in cui il viadotto della Magliana interseca l’omonima strada rappresenta un vero grattacapo. In quell’area la vegetazione si prende spesso una rivincita sull’opera dell’umano ingegno. E le canne, immancabilmente, recuperano lo spazio che gli è stato sottratto.

La segnaletica nascosta

Ma sotto il cavalcavia, c’è un bivio che conduce in opposte direzioni. A sinistra si va verso l’Eur. A destra invece si prosegue per via della Magliana, in direzione Fiumicino. Imboccare la strada sbagliata rischia di rappresentare un serio problema per un automobilista. Soprattutto nelle ore di punta. La possibilità di svoltare nella direzione errata, in assenza di indicazioni stradale, è concreta. Anche perché i cartelli ci sono, ma risultano decisamente nascosti.

Una carente manutenzione

“Poche settimane fa hanno eseguito lo sfalcio della rotatoria che sta difronte al concessionario d’auto, su via della Magliana – ha fatto notare Marco Palma, già vicepresidente del Consiglio nel Municipio XI – purtroppo si sono dimenticati di tagliare anche le canne che si trovano sotto il viadotto. Ed ora è impossibile vedere i cartelli stradali”. Con la presenza delle canne, nella zona, l’amministrazione ha più volte dovuto fare i conti. La loro crescita incontrollata, in passato, ha permesso il formarsi d’intere baraccopoli. La cui demolizione è risultata essere piuttosto laboriosa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La soluzione proposta

“Bisogna trovare un modo per garantire la manutenzione costante della rotatoria ma anche di quegli spartitraffico inghiottiti dalle canne. Un modo ci sarebbe – ha suggerito Palma – bisognerebbe puntare sui privati. Si da’ loro la gestione dell’area con la possibilità,  in cambio d’uno sfalcio regolare, di apporre dei  cartelli pubblicitari”. Il taglio del canneto diverrebbe, a quel punto scontato. In caso contrario, infatti, verrebbe meno l’investimento.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Coronavirus, a Roma città 25 nuovi positivi al Covid19: 34 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento